THILLARDON – CHENAS VIBRATIONS

52,00

GAMAY 100%, ALCOL 11,5%, FRANCIA, BEAUJOLAIS

Categorie: ,

Descrizione

Annata: 2022
Regione: Beaujolais
Vitigno: Gamay
Paese: Francia
Gradazione alcolica: 11,5%

Da alberelli di oltre 100 anni da diversi terroir su suoli granitici e con rese bassissime. Grappolo intero, macerazione semi-carbonica poi metà della massa sosta in legni usati per 8 mesi e l’altra metà in cemento. Malolattica svolta, vino non filtrato. Vino luminoso, profuma di ciliegie, lamponi, pepe bianco ed erba secca. Uno stile puro ed energico.

Il Beaujolais contemporaneo è pieno di opportunità: terroir dimenticati, vigneti abbandonati, denominazioni mature per la riabilitazione. Ma pochi giovani viticoltori si sono impegnati in sfide ambiziose come i fratelli Thillardon, che si sono posizionati come il futuro del cru più piccolo e dormiente del Beaujolais, Chénas (nascosto tra Moulin-à-Vent e Juliénas, Chénas è uno dei i cru meno conosciuti del Beaujolais).

Proveniente da una famiglia Beaujolais, che coltiva uva nelle Pierres Dorees da oltre un secolo, Paul-Henri e suo fratello, Charles, hanno creato da zero il Domaine Thillardon nel 2008. Oggi il dominio è composto dai 4 fratelli Thillardon.

Domaine Thillardon si trova a Les Brureaux, nel cuore di Chénas, la più piccola area e tuttavia la più diversificata in termini di terroir. I suoi diversi vini rossi esprimono proprio questa diversità di terroir: marna, granito, argilla, quarzo… Partirono con 3 ettari, anche se ora sono circa 14, di cui 10 a Chénas. Naturalmente non bisogna dimenticare il suo pregiato vigneto: il secolare appezzamento sopra la cantina, noto come Chassignol. Questo ripido pendio è interamente arato a cavallo ed è ampiamente conosciuto come uno dei migliori terroir del Beaujolais.

Fin dall’inizio hanno coltivato in modo biologico, lavorando alcuni vigneti con un cavallo e utilizzando trattamenti biodinamici. Nel 2009 ha incontrato i produttori di vino Fleurie Jean-Louis Dutraive e Yvon Métras, che hanno preso il giovane Paul-Henri sotto la loro ala protettrice.

Fino al 2015, Paul-Henri diraspava parzialmente la maggior parte delle cuvée e praticava una vinificazione più borgognona. A partire dal 2014, ha deciso di passare al semi-carbonio, per poi passare al semi-carbonio completamente freddo nel 2015, seguendo le orme dei suoi mentori. Con la dedizione e l’attenzione ai dettagli dei Thillardon, il futuro dei Chénas naturali è in buone mani. Paul-Henri preferisce la frutta e i tannini morbidi, ma i suoi vini hanno anche una mineralità salina. L’obiettivo è preservare la freschezza del vino e produrre vini biologici divertenti e di facile beva.

Informazioni aggiuntive

provenienza vino

vino

Rosso

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Titolo

Torna in cima